Pensione scippata

Gemma Danesi ha inviato al Presidente della Repubblica e al Ministro del Lavoro due lettere, che mi propone di far conoscere come sua “storia”. Ho deciso di pubblicarle perchè segno di un problema importante, anche se non rientrano nei canoni editoriali della rubrica “Le vostre storie”.

Dice Gemma: Anch’io ho sessant’anni ma la pensione non l’avrò mai grazie alla Fornero.

Milano 09/08/2012
Egregio Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,
spero di trovare le parole per esprimere il mio problema in modo sintetico e comprensibile e che tali parole possano trovare una risposta.
Le allego la lettera indirizzata al ministro Fornero, la quale si è ben guardata dal darmi una risposta.
Ora che ho 60 anni mi ritrovo senza la possibilità futura di una pensione, pur avendo oltre 780 contributi perfezionati entro il 31/12 /1992 requisito valido fino al dicembre 2011 e improvvisamente spostato in avanti di altri 5 anni lavorativi.
Non risulto tra gli esodati per i quali si sta cercando di salvaguardare gli accordi fatti dallo Stato con le aziende.
Io che mi ero fidata della parola dello Stato non sono nessuno e mi si chiede di lavorare ancora 5 anni perché i diritti pregressi per me non valgono.
Il lavoro (magari lo trovassi), per quanto lo stia cercando è pressoché impossibile. Di suicidarmi non ne ho voglia ma lotterò per difendermi da questa palese ingiustizia ed è per questo che mi rivolgo a Lei ultimo baluardo istituzionale dello Stato e garante della legalità.
In allegato la lettera di cui sopra e che illustra in maniera sintetica ma chiara la vicenda.
Certa di una Sua risposta Le invio i più cordiali saluti
Gemma Danesi

Lettera aperta al Ministro Fornero

Sono una donna nata nel 1952 che dopo il secondo bambino, non avendo vicino chi poteva aiutarmi e non potendomi permettere la baby sitter, ho dovuto lasciare il lavoro.
Allora, nel 1986, bastava aver superato 15 anni di contributi per avere diritto alla pensione.  Le varie riforme pensionistiche avvenute nel frattempo, avevano mantenuto questa clausola fino al mese di dicembre 2011.  Adesso al compimento del 60° anno, per alcuni mesi di differenza, mi trovo improvvisamente eliminata la speranza di un contributo pensionistico. Mi è stato detto che con la legge Fornero la mia pensione è stata definitivamente cancellata. Non dico spostata in avanti di un periodo, come per tutte le altre. No. È stata cancellata tout court.
É come se uno avesse in banca dei risparmi da parte per la vecchiaia e gli dicessero che gli sono stati requisiti. Bel colpo Ministro Fornero. Brava.
Provi a fare la stessa cosa con i suoi colleghi che hanno mantenuto il diritto alla pensione con i 5 anni della legislatura. Lei viene a portarmi via la speranza di una pensione di 4/500 Euro al mese per risanare i conti di questo Stato che a questo punto non è più mio, è solo Suo.
Lei in pratica a me toglie la speranza di un piccolo sussidio che mi sono pagata per salvaguardare i Suoi privilegi.
Io però non intendo suicidarmi e lotterò per vedere riconosciuti i miei diritti di cittadino.
Se poi risulterà che siamo tornati al Medioevo, verrò a questuare alla porta dei palazzi di Voi Feudatari come forse vorreste riaccadesse.
Gemma Danesi

Enrico: Cara Gemma Danesi, sarò sincero, anche se le risulterò poco gradevole: pur essendo colpito dalla sua vicenda umana e pur comprendendo la rabbia di chi all’improvviso si trova tradita dal cambiamento di regole su cui ha costruito le proprie aspettative di vita, devo dire che personalmente non ho mai sentito troppa comprensione per chi ottiene la pensione per 15 anni di lavoro (se ho capito la sua lettera era questa la sua condizione). Ovviamente molto peggio chi si porta a casa un ricco vitalizio dopo 5 anni di incarico politico (e se adesso lo eliminassero, anche se pure questo era un “diritto acquisito”, credo che ne saremmo tutti felici). Forse bisognerebbe prendersela innanzitutto con chi per decenni, fin da quando eravamo giovani, ci ha illuso che le risorse fossero infinite pur di ottenere consenso.    Non ho alcuna competenza tecnica riguardo alle pensioni, ma nella sua doppia missiva c’è qualcosa che non capisco: la pensione non l’avrà mai o le è stata spostata in avanti di alcuni anni ?

    2 Comments

  1. Barbara
    2012/10/08 at 12:25

    Ma cosa sta dicendo Enrico? Ma si vergogni solo a pensarlo …!! Lui trova ingiusto. Che una persona percepisca una pensiona minima ovvero una cifra che va da € 400/500 ad una persona che ha versato contributi x. 15 anni 6 mesi e 1 giorno. Così recitava l a legge. .. È uno era libera di farlo solo x scelta figurati in. Presenza di problematiche Non gli regalavano mica niente ? Gli davano. Solo ciò che lei/lui aveva versato !! Se se si pensa che poi la pensione sociale e largamente superiore senza che abbiano versato nulla …. Certa gente si dovrebbe in.c..zz..r che politici nonché maestre ed altre categorie hanno percepito pensioni massime mi riferisco ai baby pensionati e che percepiscono da subito a soli 32/36 anni la pensione massima x aver lavorato solo poco anni. Li dovrebbe gridare invece la signora ha dovuto aspettare il 60/esimo anno di età. X averla. Si fa. X. Dire. X che grazie ai trappoloni Dell ultima riforma non la percepirà affatto !!

    Rispondi
  2. graziella
    2014/08/22 at 22:34

    ma tu guarda se e normale questa str… della fornero e certo lei ha fatto il coccodrillo e a risolto tutto ma brava io sono nata il 10-12- 1953 ho raggiunto pagando i mesi che mi restavano per arrivare almeno alla sospirata pensione facendo la sguattera e curare i miei figli mi sono ammalata con osteatrosi e fibromialgia grave facendo domanda di invalidita ma per ben due volte pur essendo peggiorata tutte le volte dopo mesi di visite ancora lo stesso punteggio 70 anziché il 74 comunque grazie a tutti voi schifo di politici che prima di tutto vengono aiutati tutti gli estra comunitari grazie italia

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>