I ragazzi di sessant'anni » Fatti ed Opinioni » Tributo a Peter Laslett

Tributo a Peter Laslett

Due riflessioni di Peter Laslett, pioniere degli studi sull’invecchiamento attivo e sulle differenze tra terza e quarta età, che nel 1989 scrisse: “Una nuova mappa della vita – L’emergere della terza età”

  Realizzazione personale.  …Credo che il punto culminante della realizzazione personale sia nella terza età.  Chi obietta dice che è un periodo segnato dal declino delle capacità fisiche e intellettuali rispetto all’acme raggiunto nell’età matura. La mia risposta a questa obiezione è che uno degli errori di fondo  nello studio dell’invecchiamento è quello di esagerare la severità di questo declino lungo il corso della vita. D’altra parte si può dimostrare che la nostra esistenza attuale è caratterizzata dal differimento dell’autorealizzazione proprio a questo periodo di graduale – di solito molto graduale – declino personale….

Educazione.  …Nella fanciullezza e nell’adolescenza gli individui ricevono un’educazione in vista della maturità, ma nella visione ancora oggi prevalente del corso di vita e delle sue fasi l’educazione non ha nessuna ulteriore funzione o importanza. Un elemento cardinale della teoria della terza età è invece che l’educazione dovrebbe essere oggi …educazione lungo l’intero corso di vita, un interscambio continuo dalla culla alla tomba. La veneranda  e profondamente radicata tendenza ad associare l’educazione solo alla socializzazione (ndr del giovane nel mondo adulto) deve essere abbandonata….

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>