I ragazzi di sessant'anni » Le Vostre Storie » Vivere finché c’è vita

Vivere finché c’è vita

Scrive Maddy: Sono in pensione da qualche anno, quella fase tanto agognata da tanti, ma che io avrei volentieri barattato con altri venti anni di vita movimentata, delusioni e fallimenti compresi!   Sono una moglie e una mamma di tre figlie le quali, senza cadere nel banale, mi sembrano degli ottimi prodotti!!

Ma nella mia vita ho dovuto spesso giungere a compromessi con me stessa per riuscire a sentirmi “viva” e allo stesso tempo coltivare la famiglia. E ciò continua tuttora ! Perche’ VOGLIO lavorare ancora, voglio sentirmi viva ancora ! A causa del mio carattere bizzarro , da emigrante negli USA con la mia famiglia, convinsi tutti a tornare in Italia quando avevo vent’anni, per trovare il mio PRINCIPE AZZURRO. Ma ho vissuto una vita “macinando” cose dentro di me, vivendo in una provincia cosiddetta turistica ma cosi’ banalmente antiquata , ho nutrito sentimenti e desideri non soddisfatti, di andare all’Opera, di espatriare ancora, di prendere lezioni di piano, tutto il mondo per me e’ vibrante! In mancanza di cio’, dopo essere tornata per tre volte presso una azienda che mi dava passione, ho trascinato il mio incauto PRINCIPE in tutta una serie di iniziative, gestione negozi, un piccolo campeggio, un bar, tutto per un solo scopo: VIVERE.            Ma l’amara verita’ e’ che non sono i sessant’anni,  è la terra in cui viviamo che ci taglia le gambe, che ci fa morire dentro. Qualcuno faccia qualcosa.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>