Come un cerino

Scrive beppemolisano: Ho 63 anni ed ho la netta sensazione di avere bruciato la mia vita.
Non ho costruito niente. E’ vero, ho due figli bravissimi ed un nipote bellissimo, ma la mia condizione di separato mi fa vivere ai margini della sua: lo vedo soltanto una volta a settimana.

Con i figli ho un ottimo rapporto, ma loro hanno le loro vite, ed è giusto che sia così. Ed allora mi avvolgo nella mia solitudine, che neanche il lavoro riesce a colmare, quel lavoro che è sempre più scarso ed insoddisfacente. Ho rinunciato anche ai sogni d’amore dopo tanti schiaffi presi.
Va be’….si vede che doveva andare così…   In foto: Malinconia, di Edward Munch, 1894

    7 Comments

  1. licia
    2013/10/25 at 15:37

    non sei il solo!!! Ma la speranza non deve mai venire meno

    Rispondi
  2. lucia
    2013/10/28 at 0:05

    mai arrendersi quando c’è la salute! non ci si deve rinchiudere in malinconie e rimpianti che non danno alcun risultato, se si sono chiuse alcune porte si possono aprire altre possibilità che possono dare soddisfazione alla nostra vita l’importante e non lasciarsi andare alla rassegnazione e pessimismo ….forza Beppe!!!

    Rispondi
  3. 2013/10/30 at 15:30

    Ciao Beppe.
    Temo di comprendere appieno quando affermi di “aver bruciato la tua vita”.
    Tu, almeno, hai dei nipoti che, spero, possano compensare, almeno, emotivamente.
    Io ho 55 anni, non sono molisana ma toscana, e temo di aver agito con le tue modalità, insieme alla sorte avversa in quanto sono convinta che la casualità abbia una forte percentuale di incidenza nella vita.
    Molti auguri.
    Maria

    Rispondi
  4. julienne
    2013/11/02 at 10:04

    Ciao Giuseppe. Anch’io ti esorto a non vedere tutto così nero. A molti i conti sulla propria vita non tornano, me compresa. ma c reco anch’io al destino. Con tutto ciò ritengo non sia il caso di farsi sopraffare dal destino, ma prendere in mano la propria vita e obiettivamente cercare di vedere quello che non vediamo. che molti stanno peggio di noi e che comunque se hai la salute hai molto. purtroppo il segreto è cercare di fare questa ginnastica mentale ogni giorno, così come ci si veste, coi si lava, ci si “addobba” . Guardare a chi sta peggio. Io quando faccio i conti che ripeto, non mi tornano, cerco di spostare il mio pensiero a coloro che perdono la vitra nelle nostre acque o nel deserto, per cercare di rincorrere una vita migliore.
    Coraggio. Tutto può cambiare da un momento all’altro. Sorridi e la vita ti sorriderà.

    Rispondi
  5. 2013/11/02 at 13:42

    Caro Beppemolisano, io ho 62 anni, una figlia di 39 che si comporta con me come se fossi una mucca (solo quando ti serve il latte la avvicini). Non ho nipoti e penso che sia un bene per me altrimenti sarei schiava anche di questi. Nonostante ciò e i problemi di salute passati e presenti amo la gente. Preciso che non porgo l’altra guancia però ho fiducia nel prossimo e cerco sempre il lato piacevole nelle persone. Il consiglio che ti do è di non aspettarti l’attenzione solo dai tuoi figli e nipoti che come hai detto giustamente hanno la loro vita fatta anche di impegni, ma apriti al mondo intorno a te e vedrai che troverai altre persone che possono aiutarti a proseguire la tua strada.

    Rispondi
  6. Floris
    2013/11/03 at 14:53

    C’è chi si lamenta perchè ha figli ingrati o nipoti e c’è chi non ha nemmeno figli, e magari s’illude che poteva contare su quegli affetti; A me pare che fissarsi solo su un versante affettivo, come “pretesa” non dia alcun frutto, e quindi ognuno dovrebbe reinventarsi il suo modo di contare per qualcosa o qualcuno nel mondo, non pensando di esser solo reattivi alle circostanze, ma propositivi e chiedersi cosa si vuole veramente, giorno per giorno; inoltre ringraziare Dio se l’essenziale non manca, tutto ciò che siamo come vita umana non ce lo diamo da noi stessi, ma possiamo usarlo al meglio, auguri.

    Rispondi
  7. Franca anni 59
    2014/04/29 at 21:04

    Tornare a giocare come bambini, capaci di concentrarsi sul momento … provare ancora meraviglia…se guardi intorno a te con occhi nuovi vedi che la vita è meravigliosa. Siamo tutti soli. Un bacio.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>