I ragazzi di sessant'anni » Le Vostre Storie » Padroni del proprio tempo

Padroni del proprio tempo

Per caso ho trovato questo interessante blog, mi presento mi chiamo Angelo e ho 65 anni, fisicamente mi difendo, quello che vorrei comunicare a quelli che hanno la mia età, è quello di fiori sull'acquafare tesoro di tutte le esperienze fatte nel proprio tempo, dico proprio e non nel tempo rubatoci da molte vicisitudini negative che la vita ci ha fatto affrontare.

Vivere il proprio tempo è essere sempre se stessi e non quello che il sistema vorrebbe che fossimo, essere se stessi significa dare veramente per ciò che siamo per ricevere ciò che vorremmo, cioè L’amore. L’amore non ha tempo ma percepirlo nel nostro tempo può fare miracoli, in ogni senso. Un saluto caloroso a tutti voi. Angelo

    2 Comments

  1. maria luisa
    2016/10/23 at 20:24

    Caro Angelo, anche se in ritardo e per puro caso nel ricollegarmi a questo sito, ho letto le tue parole. Condivido ciò che tu scrivi, ma vorrei anche esprimere il mio punto di vista per quello che serve. Io ho inserito su questo blog una presentazione dal titolo ” la solitudine e’ una sconfitta”. Sono convinta che sia cosi. Se vai a leggere ciò che ho scritto ti renderai conto che non sempre essere padroni del proprio tempo e’ una condizione di benessere. A me manca proprio l’inverso…prendermi cura dell’uomo che ho scelto , condividere e percorrere assieme a lui l’ultimo spazio di vita. Pensavo di poterlo fare con mio marito, cosi non e’ stato. Mi dedico ai miei nipoti ( ne ho 5) con tutto l’amore che posso. Vivo la vita con serenità dedicandomi a cose anche futili, palestra , lettura, giardinaggio…ho anche fatto una crociera questa estate nei paesi del baltico…ma e sottolineo ma, quando la sera mi ritiro a casa mia, il silenzio, la solitudine, il vuoto mi ricordano di come ero felice e come ora devo invece accettare e accontentarmi di qualcosa che non ho scelto io ma mi e’ stata imposta dal destino. Devo anche concludere affermando che non e’ neanche facile fare amicizia alla mia età….o si e’ fraintese o si e’ scartate perche’ non si e’ più giovani…..buona serata
    maria luisa

    Rispondi
  2. luca
    2016/11/19 at 11:21

    Sono d’accordo anche se a volte c’è quello che in amici miei era constatazione del proprio nulla e stai un po’ giù. Poi dipende dalle esperienze che uno ha fatto. Nel caso di Maria sono positive, nel mio e suppongo in quello di Angelo visto che parla di sistema, direi che hanno confermato quello che penso di questa società. Il tuo caso cara Maria non è la regola ma l’eccezione. Dati alla mano nella maggior parte dei casi ti ritrovi a scontare le scelte fatte. Quindi se in una utopica società basata sul rispetto, sulla parola e via dicendo quello che dici può essere giusto ma lì la norma sarebbe non essere soli, in questa l’esser solo e il poterselo permettere non è una sconfitta ma una immensa conquista specie se uno riesce a togliersi dalla mente tutte le cazzate con cui ci hanno ammaestrato. Padroni del proprio tempo e delle proprie idee in questa società in cui l’ipocrisia e il voltafaccismo sono la norma è già molto. Sperare di trovare qualcuno come te indipendentemente dal sesso di appartenenza è altamente improbabile, se poi non segui l’ammaestramento che ci somministrano dalla nascita diventa impossibile. Provarci significa spessissimo farsi male. Ma in fondo di cosa ci lamentiamo? diceva la Bonino che dobbiamo già essere contenti che non ci mandano a crepare in guerra..Personalmente ho scelto l’isolamento pressoché totale anche se per chi non mi vede quotidianamente non sembra. Scelta peraltro condivisa dai due più grandi matematici degli ultimi decenni. A volte sei giù…ma non devi sempre mettere una maschera pirandelliana per mostrare quello che non sei e fare quello che non vuoi fare. Buon fine settimana a tutti

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>