Chi sono

Mi chiamo Enrico Oggioni e sono nato a Milano, dove vivo con Daniela e i miei figli Chiara e Lorenzo, nel 1955. Ho lavorato per trent’anni come consulente e formatore manageriale accompagnando grandi e medie imprese in progetti di cambiamento organizzativo e di sviluppo delle persone. Nel 1995 ho fondato, insieme ad altri colleghi, una società di management consulting che si è affermata nel panorama italiano e di cui sono stato presidente per tredici anni. Nel 2008 ho deciso di dare inizio alla mia «vita nuova», rinunciando a quasi tutti gli «onori e oneri» accumulati fino ad allora ed esplorando nuove e diverse attività.  Oggi, oltre a fare ricerche, scrivere, alimentare questo blog e tenere conferenze sul tema dei senior, coltivo le mie passioni (canto in un coro come basso e attivo un circolo indipendente che si occupa di economia e politica). Nel tempo che ho mantenuto dedicato al lavoro, faccio consulenza in tema di valorizzazione dei senior nelle organizzazioni e mi occupo di sviluppare e gestire collegamenti internazionali nel settore di attività che ho sempre frequentato.

Mi interessa condividere con coetanei cinquanta-settantenni idee sull’esperienza di questa fase di vita. Tra il 2010 e il 2011 ho condotto una ricerca, che ho chiamato “Vita nuova”, su cosa fanno le persone di questa età e su come la vivono. Ho scritto un libro, edito da Mondadori nel 2012, dal titolo appunto “I ragazzi di sessant’anni”, che raccoglie le mie riflessioni sull’argomento. Tra il 2012 e il 2013 ho condotto un’indagine, dal titolo “Vita da senior”, sulle buone e cattive pratiche dei 55-75enni. Con questo blog spero di favorire lo scambio di opinioni ed esperienze tra le persone di queste generazioni.

    16 Comments

  1. tiziana
    2012/05/06 at 11:19

    Devo compiere 59 anni a settembre e ho bisogno di aiuto nel traghettarmi dalla sponda del lavoro attivo, iper attivo, alla riva della pensione fra circa 3 anni- credo sia necessario prepararsi in tempo per non ritrovarsi senza motivazioni- Questo blog e questo libro spero serviranno a questo scopo- grazie !

    Rispondi
    • Enrico
      2012/05/08 at 7:58

      Grazie Tiziana.
      Confrontarsi su come affrontare la fase di transizione di cui parli è proprio uno degli scopi di questo blog. Sicuramente è un tema che approfondiremo.

  2. 2012/05/20 at 21:08

    ho appena pubblicato “50+ marketing” (Franco Angeli, 2012) e curo il blog http://marketing50plus.wordpress.com/
    non vedo l’ora di leggere il libro

    Rispondi
  3. Enrico
    2012/05/21 at 9:04

    Complimenti per il tuo blog Enzo Mario. Mi sembra che gli argomenti a cui siamo sensibili sono simili. Una curiosità: da cosa ti viene il nome “marketing” incluso nel nome del blog ?

    Rispondi
  4. chiara
    2012/05/24 at 9:20

    Sono Chiara,
    sono in pensione da sette anni. Mi sono dedicata quasi subito al volontariato in due campi diversi: aiutare tanta gente a sfamarsi e aiutare gli anziani a districarsi nella burocrazia.
    Mi sono buttata a capofitto in queste attività – come e’ nel mio carattere – tanto che, mi pare,
    di essere più occupata di quando avevo un lavoro a tempo pieno. Anche perchè il volontariato
    ti coinvolge molto anche emotivamente. Sicuramente serve molto di più a chi lo svolge.

    Rispondi
    • paola
      2014/11/22 at 20:56

      Apprezzo chi fa volontariato soprattutto in questo momento di crisi a tutto tondo. Ho già 35 anni di lavoro dipendente e non mi libererò, stante le attuali regole pensionistiche, prima di sei anni, quindi alla soglia dei 62 anni. Penso che una persona che si avvia alla pensione, possa finalmente riappropriarsi del proprio tempo e questo non può considerarsi un evento tragico ma piuttosto una sorta di rinascita.
      La vecchiaia la vedo come un regalo se si resta in salute e con il desiderio di ripartire all’avventura.

  5. Sandro
    2012/06/24 at 20:29

    sono in pensione da tre anni: mi sto dedicando alla mia seconda laurea : teologia
    mi piace molto il commento di chiara: dedicare il tempo libero ad aiutare gli altri
    a sfamarsi. Brava Chiara. Quasi quasi , aggiungo anch’io questa seconda attività.
    Sandro

    Rispondi
  6. Umberto
    2012/08/16 at 17:23

    “cosa fanno le persone di questa età e su come la vivono !! ”
    se non sono in pensione e soprattutto “non lavorano !!” come il sottoscritto classe 1951 ,, non vivono dignitosamente questi anni !! : purtroppo per me e forse anche per molti altri sessantenni farebbe bene lo stato a lenire una grossa disparità di trattamento e consenta il godimento della “nostra pensione maturata e giacente nelle casse dell’INPS ” da subito senza farci crepare prima da precari senza ammortizzatori e da svantaggiati sociali !!… non debbono regalarci nulla di piu di quanto abbiamo gia maturato magari con 25 o 30 anni di contributi versati !! potremmo anche recuperare un po’ della nostra dignità di lavoratori che a tempo debito hanno permesso agli allora aventi diritto!! ..di andare in pensione … e mi pare che i diritti oggi non sono piu uguali a quelli di ieri !!!! comunque fai bene a fare quello che stai facendo … farei la stessa cosa anche io… grazie dell’ospitalità . saluti!

    Rispondi
  7. Sammartinoi Carmelo
    2014/11/26 at 13:20

    Interessantissimo il tuo blog che circunnaviga uno stadio dell’età da scoprire e reinventare. Per far circolare e condividere un pò di informazione con alcuni curiosi della nostra età ho il piacere di comunicare una recente novità editoriale. Si tratta del libro “I SOLDATINI DEL CUORE. Analisi antropologica dei soldatini di plastica degli anni ’60 tra arte, gioco, affettività”.
    Visionabile l’anteprima sul sito http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=1096401 e prenotabile anche da tutte le librerie Feltrinelli.

    Rispondi
  8. Marilia
    2015/06/18 at 16:52

    Salve…
    Molto interessante questo blog!
    Mi chiedo:perchè non c’è un forum?
    Sarebbe bellissimo,a mio modesto parere.
    Complimenti!

    Rispondi
  9. nora
    2015/10/14 at 22:59

    Sono una coetanea , medico classe 55, responsabile della promozione della salute e della prevenzione della regione Friuli Venezia Giulia.
    Il sito mi sembra molto interessante e persegue obiettivi di salute assolutamente condivisibili con modalità incisive e accattivanti.
    Sono disponibile ed interessata a contribuire, anche a titolo personale, o portando esperienze ed idee.
    Complimenti
    Nora,

    Rispondi
  10. 2015/12/22 at 16:52

    Non ho dubbi, un fantasticopost. Seguo con attenzione il sito http://iragazzidisessantanni.it. Proseguite
    con questo piglio!

    approfondimento molto d’interesse

    Rispondi
  11. santo
    2016/03/08 at 20:40

    Come spesso succede, navigando sul web alla ricerca di altre cose, sono stato incuriosito dal link che mi rimandava a questo sito e questa sera appena arrivato a casa ho voluto capirne di più. MI incuriosisce molto quello che è il progetto che è alla base di questo sito, essendo anche io entrato a pieno titolo nella fascia d’età a cui si rivolge, avendo 55 anni. Ho subito partecipato all’indagine e ho preso come primo argomento quello in cui più mi sento esperto sia come viaggiatore che come professionista, visto che sono un agente di viaggi che fa di mestiere questo da quando mi sono diplomato nel 1981 e pertanto ho anche esperienza di come si sia evoluto il target “terza età”, ieri quasi messi in un angolo, oggi uno dei principali target ricercati dalle aziende turistiche.

    Rispondi
  12. giorgio
    2017/01/26 at 15:11

    In pensione “ob-torto collo” da quasi tre anni, ma fatico ad accettare la condizione… di retired… (mi sono ritrovato nella descrizione dei frequentatori di Marentino del libro i ragazzi di sessant’ anni). Grazie infinite per aver creato questo spazio ed il sito che non ribadisce che stiamo dilapidando le fortune dei nostri successori…. come quotidianamente ci viene ricordato dai vertici INPS e dagli organi di stampa

    Rispondi
  13. Loredana
    2017/06/16 at 16:44

    Ciao, sono Loredana, in pensione per scelta e ho 57 anni. Sono molto contenta della mia situazione ma purtroppo marito e amici hanno ancora qualche anno di lavoro davanti. Prima di dedicarmi anch’io al volontariato, vorrei viaggiare un pochino preferibilmente in compagnia (la solitudine mi fa paura).
    Questo blog l’ho scoperto per caso e l’ho trovato da subito meraviglioso.
    Aiuta a condividere esperienze in questa nuova fase della vita che prima o poi, si spera, arriverà per tutti.
    I miei genitori continuano a ripetermi quando comunico loro quello che vorrei fare: “ma perché non ti riposi??” Terribile.
    Comprerò il libro,
    Bravo Enrico

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>