Posts Tagged: ottimismo

C’è qualcosa che non mi soddisfa

Ciao a tutti. Sono Renza ed ho 56 anni. Caratterialmente sono molto positiva, gli anni non mi pesano, anzi, mi sento più forte nell’affrontare la vita. Qualche cambiamento c’è sia fisico che mentale ma, ripeto, non mi crea problemi. Sono ancora molto energica e non mi voglio fermare. Tuttavia qualcosa che non mi soddisfa c’è, faccio la casalinga e non mi piace più. C’è un piccolo problema non ho lauree di studio e credo proprio che questo dica tutto. Anche con tutta la mia energia credo che sia difficile che possa risolvere questa mia insoddisfazione. Comunque non mi dispero perchè ho sempre tante idee e se mi manterrà la salute sono sicura che troverò qualcosa che mi si addica e al contempo mi soddisfi. Saluti a tutti!

Cara Renza, la tua energia e il tuo ottimismo ti permetteranno sicuramente di trovare qualcosa che ti rilanci e ti soddisfi. Ma credimi, il titolo di studio alla nostra età non è né di aiuto né di ostacolo.

Read more

Si può !

Da parte di Attilio: Cari “ragazzi”, vi scrivo per condividere la soddisfazione di un cinquantasettenne che aveva perso il lavoro e che contro tutte le previsioni qualche mese fa ne ha trovato un altro. Ero rimasto a spasso quando la società dove lavoravo ha chiuso e se ne è andata dall’Italia. Per un po’ ho cercato, ma con poca convinzione perché tutti mi dicevano che anche se la mia professione serve sempre (ho avuto responsabilità come amministrativo) alla mia età un nuovo lavoro potevo scordarmelo. Quando si è presentata l’occasione e sono andato ai colloqui di lavoro il cuore mi batteva come a un ragazzino di primo pelo, ma per fortuna è andata… Il lavoro è a progetto e la sede di lavoro è in un’altra città, circa 150 chilometri dalla mia, così ho dovuto reimpostare tutto, ma non importa, anzi una ventata di novità fa bene a questa età!

Read more

Nuotare !

“Se mi avessero detto, fino a qualche anno fa, che sarei andata in piscina a nuotare, anche in vasca grande, non solo non ci avrei creduto, ma mi sarei fatta le pazze risate. Ma … mai dire mai!
Ho una forte scoliosi, che mi procura dolori notevoli quando cammino e l’ortopedico mi ha detto chiaramente, circa quattro anni fa, che, se non avessi fatto nuoto (dorso e stile) avrei dovuto subire un’operazione difficile e pericolosa. Io non avevo mai nuotato, avevo una rigidità inimmaginabile, una terribile fobia, PANICO assoluto e assoluta incapacità a muovermi nell’acqua, ma … aut aut: fra le due paure ho scelto la minore: sono andata in piscina, con che disagio e con che paura si può facilmente immaginare. Non riuscivo a lasciarmi andare neanche in vasca piccola, nell’acqua bassa. Poi, pian piano (ricordo varie tappe in cui qualcosa cambiava nel mio atteggiamento nei confronti dell’acqua), guidata da istruttori bravissimi, che hanno rispettato i miei tempi e guidata anche dalla mia ostinazione a non mollare, HO IMPARATO. Una delle mie amiche che nuotano già da tempo, ha esclamato:”Ma tu nuoti anche con la testa sott’acqua, mentre io non riesco a farlo!” Sono già due anni che nuoto, ora anche DOVE NON SI TOCCA!! E a mare ORA mi diverto davvero. Non diciamo mai che a “una certa età” non si può più imparare, che “certe cose si imparano da giovani e poi non è più possibile”. Bene: io a sessant’anni ho imparato a nuotare! I miei amici che conoscono bene i miei precedenti, hanno gridato al miracolo! :-)”     Complimenti Rosaria !

Read more

Vivere nella speranza.

Scrive Angela: Ho appena compiuto 54 anni. Ho iniziato a lavorare a 11 come commessa e cameriera, poi conseguito il diploma di maestra d’arte, ho lavorato come artigiana autonoma per 15 anni. Con l’arrivo dei miei 2 figli adottivi e provenienti dall’India, tanto attesi, ho scelto di lasciare il lavoro per dedicarmi totalmente a loro e anche per assistere i miei genitori anziani e malati, che ho curato in casa e accompagnato fino alla fine del loro percorso terreno.
Nonostante i sacrifici e la fatica quotidiana, sono riuscita a coltivare le mie passioni e tanti interessi come il canto, la musica, il volontariato sociale e lo continuo a fare tutt’oggi. Da due anni sono separata e gli unici beni che possiedo sono una casa e un’ automobile. Ho dovuto imparare ad occuparmi di molti aspetti pratici e organizzativi della gestione della famiglia e la necessità di tornare a lavorare è diventata una priorità. Mi è stato detto che a questa età sono fuori dal mercato del lavoro, l’esperienza maturata e la mia professionalità non vale più nulla e con la crisi in atto si preferisce offire opportunità ai giovani. Lo trovo giusto. Soppravvivere e reinventarsi non è facile. Dopo tanti anni di lavoro, di impegno e cuore nel donarmi agli altri sembra che ora nessuno riconosca quello che ho fatto. Non mi abbatto sono serena e in pace con me stessa. Guardo al futuro con fiducia, godo delle piccole cose di ogni giorno e non mi spaventano le rinunce e il vivere in sobrietà e semplicità: non so nemmeno se un giorno potrò contare su una pensione…I figli è naturale facciano la loro vita e seguano la loro strada io non posso fermarli. La solitudine non mi spaventa perchè ho riscoperto il piacere di dedicarmi alla lettura, alla scrittura e all’ approfondimento di molti argomenti riguardanti la cultura e l’arte.
Non sto in casa a rimuginare sugli sbagli o sui fallimenti del passato ma esco e incontro persone positive e stimolanti con cui mi piace confrontarmi e discutere nello spirito di condivisione e arricchimento reciproco, umano e culturale.
Credo che la felicità non debba dipendere da altri, è già dentro di noi, vivere in pienezza emozioni e sentimenti è possibile, spesso accadono fatti e circostanze inaspettate che allietano la nostra esistenza. E’ la speranza che illumina il mio cammino.

Read more

al massimo…..continuerò a camminare

Scrive Stefania: 57 anni, sposata e due figlie, un lavoro, i problemi di tutti, mutuo, qualche acciacco, i kg in più che non vorresti, ma con ancora tanto da fare e da dire e la voglia di mettermi in gioco. E allora ?

  Allora a camminare e a scoprire quei monti che con qualche anno in meno si ignoravano, su e giù con il fiatone all’inizio, con la paura di non farcela, ma poi con la soddisfazione di esserci arrivata.

Me lo diceva la mia mamma: davanti hai una strada, cammina non arrenderti, tutte le sfide ti faranno più forte. Ora giorno dopo giorno scopro che sono io e voglio camminare in tutti i sensi per raggiungere una vetta.

Read more

Curriculum vitae::::La danza del tempo

La storia e i bei versi di Rosaria

Oggi….a tempo di adagio, danzano le ore;
ieri, moderatamente allegre, segnavano il tempo;
ieri l’altro….andavano
con allegria brillante; all’alba della vita ,
al suono di un brioso allegro , danzavano ….indicandomi la via !!!!

In questi miei versi ho voluto riepilogare il mio percorso di vita fino ad oggi . Sono una settantenne pensionata dello stato , vedova , avendo perso il mio compagno con il quale ho diviso 50 circa anni di vita , costruendo una bella famiglia ; 5 figli che ci hanno regalato 12 nipoti . Mi sono sempre reputata una persona baciata dalla fortuna e quando mio marito e’ venuto a mancare non sono entrata in depressione anche se mi sentivo ” zoppa ” ma con ragionevolezza ho pensato ::::Panta Rei ; Nulla e’ eterno .

Attualmente , ho cercato di tenermi al passo coi tempi per non sentirmi dire dai nipoti che sono all’antica ….anzi , mi reputano e mi definiscono ” Nonna cibernetica ” . Tramite facebook, a parte gli amici….parenti e colleghi di sempre , ho conosciuto tante belle persone con le quali interagisco e traggo positivita’ ::::quindi sono ” Una diversamente giovane ” che ragiona come una ragazza anche avendo l’involucro danneggiato ( ma non troppo ) dagli Anta . Permettetemi di concludere con un altro mio pensiero tradotto in versi .

CAPILLI BIANCHI.

Quando sembrano spenti
si riaccendono…
centonila….mille….milioni di stelle,
gli occhi si immergono in un cielo azzurro….
si rispecchiano in un mare verde……
nel tuo cuore ….nei tuoi pensieri;
non sono piu’ stanca di proseguire …..:::
HO TE !!!!

Noi …con svariati ” ANTA ” , non dobbiamo pensare che ci incamminiamo sul ” viale del tramonto ” ….niente affatto ; per chi e’ solo/ sola , prendiamo , giorno per giorno tutto cio’ di bello che la vita ci offre .

Read more

Straordinariamente….semplice!!!!

Scrive Beatrice: Sono una ragazza di 52 anni, sposata con un uomo che ho scelto per la sua ironia e quattro figli!!!  Come quasi tutte le donne ho dovuto rinunciare al lavoro d’insegnante e una volta che i miei figli sono diventati grandi ho ripreso il lavoro. A 40 ho iniziato a fare supplenze…un lavoro che adoro… i bambini sono fantastici… ritorni bambina anche tu !!!  Non ho molta speranza di passare di ruolo a causa dei tagli che sono stati effettuati…quindi vivo la mia vita giorno per giorno… a volte, penso di sbagliare nel prendere la vita in questo modo… il mio sogno è quello di vivere su un’isola e passare le mie giornate in riva al mare pescando e passeggiando tranquillamente senza caos intorno… per un anno ho fatto questa meravigliosa esperienza a Filicudi nelle Isole Eolie… ho avuto una supplenza nella scuola primaria… Sono una ragazza di 52 anni ottimista, serena e non ho ancora deciso cosa farò da grande…

 

Read more

Forse un po’ folle

Scrive Loredana: Quando ero giovincella ridevo sentendo i miei genitori che usavano il termine “ragazzi” per parlare dei loro amici, piu’ o meno loro coetanei. Oggi sorrido sentendo me stessa pronunciare lo stesso termine quando parlo dei miei amici. Forse non mi sono resa conto del tempo che scorre? A volte me lo chiedo e concludo che, pur essendo consapevole dei miei 53 anni, mi sento altrettanto ragazza di quando ero ventenne, se non piu’ di allora. Il processo ha avuto inizio quando ho cominciato a lasciare andare i condizionamenti e le idee preconcette che mi arrivavano dalla societa’ e dall’educazione ricevuta. Ho cominciato a chiedermi cosa mi piaceva e cosa volevo fare veramente della mia vita e mi sono resa conto che della carriera lavorativa non mi interessava assolutamente niente: quello che volevo e che mi faceva star bene era svolgere il mio lavoro, che mi piaceva, e quel lavoro svolgerlo al meglio. Per una soddisfazione mia, non per avere un riscontro dagli altri. E da quel momento il processo e’ proseguito: all’alba dei 45 anni ho ricominciato a studiare, ho cambiato totalmente lavoro e ogni giorno mi chiedo cosa voglio fare e lo faccio. A volte i problemi e i “doveri” sembrano impedirmelo, ma se mi riservo almeno dieci minuti, anche nei giorni piu’ difficoltosi, per dare ascolto a cio’ che voglio, riesco a vivere intensamente e con entusiasmo giovanile, nonostante gli acciacchi fisici dell’eta’ e della storia della mia vita. Sembra follia quello che ho scritto? Puo’ darsi che lo sia e, nel caso…ben venga la follia!

Read more

Sempre in pista….

Ecco la riflessione di Roberto: Mi piace questo sito ! Sono un 62enne, attivissimo, imprenditore, vivo in Indonesia (….senza grossi rimpianti) e mi sento ancora “all’inizio”.
Forse sottovaluto l’età ma, molto spesso, mi piace ricordare le frasi di mio papà: meglio morire “sani”… che vivere “malati”…   Il senso spero sia chiaro e questo mi aiuta a vivere con coraggio ed a dimenticare le “paure” per la salute!
Un abbraccio a tutti i “colleghi” ed alle “colleghe”…..ed un augurio di serenità e forza: meglio affrontare le sfide della vita con decisione e forza perchè, alla nostra età….non possiamo più sbagliare!

 

Read more

Ricominciare a vivere a 60anni

La testimonianza di Domenica: Mi sono sposata giovanissima, 5 figli e un marito padre padrone. Dopo aver sopportato per 22anni ho trovato il coraggio di dire basta, nonostante la paura di non farcela da sola mi sono separata, per mantenere i miei figli mi sono trovata un lavoro a ore, li ho cresciuti praticamente da sola, il padre non ha mai contribuito e non sappiamo nemmeno dov’è….ora sono tutti sposati, sono nonna di 8 nipoti, ho ricominciato a vivere a 60anni, nonostante le preoccupazioni economiche scopro ogni giorno che la vita è bella e degna di essere vissuta…..grazie.

Read more