Posts Tagged: serenità

Cammino nel sole

Vita sentimentale e familiare travagliata, ma poi si può trovare la serenità. La testimonianza di Bruna: Ho 62 anni, sono romagnola, pensionata e separata. Dopo una unione durata 22 anni e la nascita di un figlio, il mio ex marito, all’età di 44 anni, si è innamorato di una ragazza ventenne. Ho cercato di mantenere in piedi il matrimonio perfino diventandone l’amante e non più la compagna, ma non ho saputo e voluto mantenere il gioco per molto tempo. In testa mi frullava il pensiero di mio figlio che ci prendeve per mano e diceva”siamo una famiglia” Ora sono contenta della scelta, sono sola, mio figlio abita nello stesso stabile, non voglio assillarlo, mi basta sapere che c’è!
Ora viaggio, gioco a carte, faccio volontariato e, se la salute mi assiste, mi godo la vita senza rimpianti!

Read more

Non sono banalità

La riflessione di Giovanna, che ha trovato la sua strada per la felicità e per conquistare un grado di saggezza in più:  “Adoro i miei 55 anni, ma non fraintendetemi, ho una vita difficile come tanti, ma quello di bello che amo di me ora è la saggezza che mi sono conquistata lavorando duro su me stessa. Ho scoperto, con la menopausa, la voglia prioritaria di amarmi e non farmi più del male. Il marito, i figli, il lavoro…..sì tutto molto importante, ma io sono al primo posto!!! Non è egoismo, è voglia di amore, di quell’amore verso te stessa che non ti può dare nessuno e che non puoi avere a nessun prezzo. Me lo devo, perche me lo merito. E non è banalità: se stai bene con te stessa, stai bene con chi ti circonda e sei un bell’esempio per i tuoi adorati figli. Sono una restauratrice d’affreschi.”

Read more

Vivere nel presente

Scrive Brunella: A 60 anni mi sentivo ancora “ una ragazza”. Sono dovuta andare in pensione (secondo me troppo presto) ma ero attiva e mi sono interessata dei diritti civili.  Ora a 73 anni mi sento “matura”, continuo con i miei interessi (lettura, teatro lirico e di prosa, cinema, mostre, passeggiate, politica ecc…) e questo mi occupa le giornate e mi fa sentire viva.

Due caratteristiche della mia età sono : la solitudine (gli amici invecchiano, sono malati o muoiono) che però a me piace moltissimo, la considero una conquista dopo gli impegni di lavoro e familiari molto pesanti.    L’altra più gravosa è il venir meno della speranza , il dover vivere solo nel presente, spesso ripiegati su se stessi per combattere i piccoli inconvenienti della salute (i vecchi parlano sempre dello loro malattie).      Quindi è necessario, per vivere discretamente, un buon equilibrio (che si ottiene con un lavoro costante) che ti faccia sentire serena e ancora aperta al mondo.

 

Read more